Il marketing proprio non decollaVERONA 8485Bulimia notarile. Setti e il via vai di notai. Cose curiose dal mondo Verona... Hellas Verona - Palermo venerdì 23 novembre 2018Diego Alverà racconta: VERONA MILAN CINQUE A TREIl marketing? Fa volare, ma non il Verona...Hellas Store: anomalie e conti in rosso. Cosa resta di Nike?Stadio di proprietà: ma proprietà di chi?Proprietà e trasparenza: serve il controllo esterno dei sostenitoriCarta dei valoriCarta dei valori per un calcio sostenibile: insieme a voiEcco i bilanci della Falco InvestmentsFuturo dellHellas Store e sponsor (minori) non finanziano il VeronaHellas: i bilanci? Visione parzialeQuale futuro ci aspetta?Bilancio Hellas: La B si chiude con una perdita di 217 migliaia di euro#trasparenzaGiallobluLettera aperta #trasparenzagiallobluSabato 17 dicembre presentazione libro sui tifosi SampdoriaCastagnata Gialloblu - Festa tesseramentoAC VERONA HELLAS SUPPORTERS TRUST le squadre 2016/2017Corso di pittura e disegno24-25 settembre a Verona la 3ª assemblea generale di Supporters in CampoLe partite dellLe squadre AC VERONA HELLAS SUPPORTERS TRUSTGrande successo per la “Sena con El Bifido”!!!A sena con... EL BIFIDO!!!Serata degustazione al “Circolo Gialloblù”Verona col cuore presenta: VerapuliaPolenta, sughi e paella alla ValencianaVenerdì 19 febbraio 2016, polenta, sughi e paella alla ValencianaCarne salà e fasoi imbogonèLe Havre, quando la tradizione è tuttoINAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE SOCIALECalcio popolare, i tifosi si riprendono il palloneQuando il tifoso siede dietro a una scrivaniaAdesione a “Supporters in Campo” da parte del supporters trust “SoloXlAscoli”“Giocare senza tifosi è come danzare senza musica”Il presidente Ultras dell


Hellas Store e sponsor (minori) non finanziano il Verona

01/02/2018 - Marketing ed Hellas Verona

La settimana scorsa, sottolineando l'articolata catena di società che gravitano attorno all'Hellas Verona, abbiamo espresso la necessità - per un'analisi complessiva dello stato di salute del club - di non limitarsi al solo bilancio dell'Hellas Verona Fc, ma di poter prendere visione anche  del bilancio della controllata Hellas Verona Marketing e Communication Srl (HVMC) e della correlata HV7 Spa. E del livello superiore rappresentato dalla Società Anonima Falco Investments, di cui sarebbe interessante conoscere le fonti di finanziamento.

 

Oggi prendiamo in considerazione il bilancio dell’Hellas Verona Marketing & Communication Srl (società detenuta per l’88,9% da Hellas Verona FC e per l’11,11% da Falco Investements), resosi disponibile lo scorso 25 gennaio e che chiude con un utile di 15.602 euro. Continuano invece a non essere ancora disponibili gli ultimi due bilanci della HV7 Spa.

 

PREMESSA. Relativamente alle attività di HVMC Srl è interessante soffermarci sui suoi rapporti economici e commerciali con l'Hellas Verona, sull'Hellas Store, sulle “sponsorizzazioni diverse” (gli sponsor “minori” non presenti sulla maglia) e sugli effetti attuali della famosa operazione di cessione del marchio del dicembre 2013 da parte dell’Hellas Verona proprio a HVMC per 18 milioni di euro.  

Secondo il commento alla Nota Integrativa l’attività di HVMC è “di interagire con la controllante Hellas Verona per lo sviluppo delle iniziative di marketing, commerciali e di comunicazione”.

Essendo HVMC una società dedicata allo sviluppo commerciale del brand Hellas Verona, questa interazione dovrebbe portare un beneficio economico e finanziario all’Hellas Verona. Tuttavia come abbiamo potuto appurare non è così. Anzi.


RAPPORTI TRA HVMC E HELLAS. L'Hellas Verona Marketing & Communication paga a favore dell'Hellas Verona 436.000 euro. L'Hellas Verona “ricambia” pagando corrispettivi per 303.189 euro. Ciò comporterebbe una bilancia a favore dell'Hellas di 132.811 euro. Ma non è così, perché HVMC riceve dall'Hellas anche i cosiddetti“ proventi per assistenza contrattuale” per 909.157 euro. Un costo per l'Hellas, tra l'altro non evidenziato nel suo bilancio (e dovrebbe esserlo in quanto operazione con società controllante). Un ricavo per HVMC, che così si ritrova con una bilancia a favore nei confronti dell'Hellas Verona di 776.346 euro. Dunque è l'Hellas Verona che alla fine finanzia con 776.346 euro l'area commerciale e non viceversa. Un fatto non nuovo: è accaduto anche nell’esercizio 2015-16 e allora la cifra superava addirittura il milione di euro.

 

HELLAS STORE. Fra corrispettivi negozio ed e-commerce (vendita online) e vendita materiale i ricavi nel 2017 di Hellas Store sono stati di 1.220.173 euro. I costi relativi ad acquisti per merchandising, materiale Nike e lavorazioni sono risultati di 1.097.783 euro (di cui 570.979 euro risultati “invenduti”). Senza entrare in merito all'anomalia di questi numeri (1.098.783 di acquisti, 1.220.173 di ricavi, raddoppio a 1.109.345 delle rimanenze) e tenendo presente che gravano sullo Store pure dei costi diretti quali l'affitto dei locali (106.179 euro) e parte del costo sostenuto per lavoro dipendente, si può affermare che lo Store non crea liquidità.


SPONSOR “MINORI”. La società HVMC raccoglie le “sponsorizzazioni diverse” legate alla concessione in uso del marchio “Hellas Verona” alle aziende partner. I ricavi del 2017 relativi a questa voce sono di 1.788.974 euro. Tenendo conto che il bilancio di HVMC chiude in sostanziale pareggio, possiamo affermare che i proventi degli sponsor “minori” hanno partecipato solamente alla copertura dei costi d’esercizio di HVMC.

 

CESSIONE DEL MARCHIO...OGGI. Di rilievo è la ricaduta ancora oggi sul bilancio di HVMC della famosa operazione di acquisto del marchio del dicembre 2013  per 18 milioni di euro dall'Hellas Verona. A distanza di quattro anni il debito residuo è di 11.651.639 euro, soprattutto grazie alla rinuncia di un credito di 5.080.000 euro dell'Hellas Verona dopo che questo ha sottoscritto l'aumento di capitale sociale di HVMC. Tra i costi d’esercizio quello che incide fortemente sul bilancio di HVMC è la quota d'ammortamento di 1.001.559 euro relativa appunto all'acquisizione del marchio. Quota che incide come costo dal punto di vista economico (l’ammortamento ripartisce su più esercizi il costo di un acquisto passato), ma che finanziariamente crea liquidità (perché non corrisponde una effettiva uscita nell’esercizio di questi 1.001.559 euro).

Ma curiosamente la liquidità generatasi è stata utilizzata nell'esercizio 2017 non per pagare all'Hellas Verona una quota del debito per la cessione del marchio (dunque portando risorse utili alla gestione calcistica del Verona), ma è stata trasferita a titolo di anticipazione finanziaria per un importo di 1.078.395 euro alla Seven 23 srl, la quale come noto è la società italiana capofila dei marchi di abbigliamento di Setti. Seven 23 srl a cui è riconducibile la proprietà diretta di Falco Investment e i cui soci sono schermati da una fiduciaria (Argos). 

 

MORALE. Il marketing e il merchandising dovrebbero essere una forma di ricavo per una società di calcio, e anche per questo motivo i sostenitori acquistano prodotti ufficiali griffati Hellas Verona. Mentre per il Verona sono attività economiche che sostanzialmente non portano alcun beneficio.

La lettura d’insieme dei bilanci mette in evidenza che il modello di gestione del Verona non è sostenibile nel tempo, né trasparente nei confronti dell'opinione pubblica, dei tifosi, della comunità e di tutto il territorio.


MANIFESTO DEI VALORI. Verona col Cuore, da anni impegnato sul fronte della partecipazione attiva dei sostenitori, ha approntato, anche sulla base di altre esperienze italiane e straniere, un “Manifesto dei Valori” che condividerà con tutti coloro che hanno a cuore le sorti del Verona, con l’obiettivo di poter raccogliere eventuali suggerimenti, modifiche e miglioramenti, e con la speranza che possa tradursi nell’insieme delle linee guida di chi in futuro vorrà investire nell'Hellas Verona. 


Verona Col Cuore

A.C. Verona Hellas Supporters Trust

Ufficio Stampa (W.W.)

 

Verona col Cuore è uno strumento di partecipazione con il quale si intende, in un prossimo futuro,partecipare alla vita ed ai programmi dell’Hellas Verona favorendone la crescita economica e sportiva, anche attraverso la partecipazione diretta al capitale sociale del Club, coinvolgendo tutti coloro che hanno a cuore il nostro futuro.

Parole chiave, trasparenza nella gestione delle risorse e partecipazione attiva di tutti.